vai alla home page di ZONAcontemporanea.it
  il libro   l'autore   eventi/recensioni
MINERVA di Filippo Agostini

MINERVA
romanzo di Filippo Agostini

ZONA Contemporanea 2016
pp. 200 - EURO 18
ISBN 978 88 6438 615 7

assaggia il libro, sfoglia il trailer

Al reparto maternità del policlinico fecero di tutto per incrementare il mio peso da scricciolo, fino al giorno in cui i miei mi portarono a casa su una Fiat 600 carta da zucchero con gli sportelli a vento. Nonostante abitassimo al Tufello, moderno e malinconico quartiere periferico, in via Tonale angolo via Capraia, nessun mariuolo avrebbe mai perso la reputazione per rubare una macchina come quella. Scendemmo davanti al portone accolti da una piccola folla di vicine di ringhiera e di giardinetto, carichi di pacchi e pacchetti che mio padre, bestemmiando a bassa voce, si accollò per intero maledicendo il mancato figlio maschio e la reale mancanza di uomini nei dintorni, perché le donnette non si peritavano di fare altro che complimenti e ciarle, senza muovere un dito. È bellissima – dicevano – e assomiglia tutta a suo padre, incalzavano, ignorando di proposito la stizza che lui nascondeva sotto la faccia di cuoio. Vedrai, ti abituerai – gli disse mamma, quasi a scusarmi, ma lui grugnì storto e neanche le rispose. Io me la ridevo come una matta, convinta che la storia, sebbene ancora all’inizio, portasse allegria e divertimento.
Non sapevo, piccina, quanto poco avessi ragione.

Minerva è il nomignolo di una ragazzina dai capelli rossi che nasce e cresce al Tufello, periferia romana, nel transito tra il dopoguerra e il boom economico degli anni Sessanta.

La speranza sostiene i sopravvissuti, affratellati dalle pene subite, Roma si rialza e cresce, mentre ancora qua e là occhieggiano macerie e i prati sono larghi e deserti, la piccola mala da bar fa ancora compassione, più che rabbia e paura, la ritrovata libertà apre nuovi orizzonti e possibilità.

Minerva si fa donna in questa metamorfosi, tanto promettente quanto rischiosa, a fatica e tra varie iniziazioni conquista un padre che la voleva maschio e una femminilità anticonformista, prende qualche svista e qualche palo ma va dritta al nòcciolo della propria esistenza: la voglia e il coraggio di vivere tutto, con grande slancio e una buona dose d’allegria.

Il secondo romanzo di Agostini, dopo il felice esordio con La fine di Marx.

assaggia il libro, sfoglia il trailer

cerca la libreria più vicina a casa tua
acquista il libro su Amazon
contatta l'ufficio stampa
Filippo Agostini
Filippo Agostini

E' nato a Roma il 5 maggio 1958
da genitori di Collevecchio Sabino, dove affondano le radici di famiglia. Vive a Toffia, in provincia di Rieti. Maestro d’infanzia per quasi trent’anni, oggi lavora come bibliotecario. Ha esordito nel 2014 con il romanzo La fine di Marx (Rivoluzione Intanto Passava).

SANT'ORESTE (Roma) - sab 1 aprile 2017 ore 17 - Museo Naturalistico del Monte Soratte, piazza dei Cavalieri-Caccia - Accompagnerà la presentazione in voce e chitarra Filippo Labate - Info Museo: www.avventurasoratte.com / 329.8194632

ROMA - merc 16 marzo 2017 ore 18 - Libreria caffetteria "La pecora elettrica" (via delle Palme, di fronte a Forte Prenestino, Centocelle) -
Accompagnerà la presentazione in voce e chitarra Antonello D'Angeli


CANTALUPO IN SABINA (Rieti) - sab 28 gennaio 2017 ore 19 - Circolo Culturale "Al 22", via Luigi Chierici 22, per la rassegna "Mi presento: il libro" - Info rassegna: 0765.514031 - 339.3057459

zona / contemporanea acquisti librerie distribuzione contatti
pubblica con noi fai il tuo libro servizi autori per i lettori

Editrice ZONA snc di Piero Cademartori e Silvia Tessitore
Corso Buenos Aires 144/4 - 16033 Lavagna (Genova)      
telefono 338.7676020
- email info@editricezona.it
web site www.editricezona.it - www.zonacontemporanea.it